Menu
Vai ai contenuti

I MARINES

REF. STORICHE
Use Google Traslate
tutto modellismo
CLOSE-UP

I MARINES


Nel 1775 fu fondato il corpo dei fanti della Marina degli Stati Uniti (United States Marine Corps - USMC) con la finalità, che è stata mantenuta fino ai giorni nostri, di costituire un elemento flessibile, utilizzato per azioni belliche che includessero movimenti anfibi di truppe.
 
Al momento, circa 160.000 uomini e donne costituiscono i suoi effettivi, raggruppati in tre divisioni principali e tre ali d’aviazione, che hanno in dotazione diversi tipi di armi, come gli aerei, gli elicotteri, i carri armati, ecc., ma che continuano ad avere come base d’intervento il concetto di “Marine”.
 
 
ADDESTRAMENTO
Tutti i soldati appartenenti all’USMC sono volontari e quindi prima di essere destinati alle unità ricevono un addestramento di base nei centri di Parris Island (Carolina del Sud) e di San Diego (California), che dura circa undici settimane. Una volta arrivati alle loro destinazioni, procedono con un addestramento specifico che dura, in linea generale, per tutto il primo anno.
 
Continuano poi con un addestramento regolare che mantenga le capacità operative degli individui.
 
Gli ufficiali ed i sottufficiali provengono invece da accademie private, dalle quali passano alle accademie della US Army e del USMC, per acquisire le qualità a loro richieste. In seguito, potranno frequentare la Scuola di Tattica ed Armamento Aereo di Yuma (Arizona), il Centro di Addestramento al Combattimento in Montagna di Brechport (California), il Centro di Combattimento Terra-aria di Twenty-Nine Palms (California), oppure il Centro d’Operazioni della Giungla di Panama, per migliorare, tra le altre cose, le loro capacità d’intervento in zone particolari.
 
Questo completo addestramento rende i Marine idonei ad effettuare missioni che comportano anche abilità anfibie, necessarie per poter essere impiegati in operazioni della flotta, nella gestione e nella difesa di basi avanzate e nella conduzione di operazioni terrestri essenziali per raggiungere gli scopi che si propongono le campagne marittime.


EQUIPAGGIAMENTO INDIVIDUALE
Per poter svolgere il loro complesso lavoro, i Marine dispongono di un equipaggiamento individuale che, in linea generale, è considerato il più completo, vario e migliore del mondo. Le uniformi mimetiche e da lavoro sono completate dall’uniforme speciale di gala, mentre la protezione personale è assicurata dal complesso ITLBV (Individual Tactical Load Bearing Vest), costituito da un elmetto in kevlar tipo “fritz” ed un giubbotto antiproiettile di questo stesso materiale, conosciuto come “Pasgt”.
 
A partire dal sistema modernizzato di trasporto dell’equipaggiamento M1967 MLCE (Modernized Load Carrying Equipment), si perfezionò quello denominato ALICE (All-purpose Lightweight Individual Carrying Equipment), ossia equipaggiamento di trasporto individuale leggero universale, attualmente in fase di completamento con il nuovo progetto di sistema integrato da combattimento individuale (Integrated Individual Fighting System). È normale vedere soldati con diverse varianti d’equipaggiamento, proprio in ragione dei tre tipi citati sopra.


 
Realizzato sostanzialmente in tela di nylon, il sistema consiste in tiranti che vengono collegati al cinturone nella sua parte anteriore e posteriore, ed ai quali vengono appesi gli elementi dell’equipaggiamento (come i portacaricatori tripli per il trasporto delle granate su un lato, la baionetta, la pala pieghevole nel suo fodero di nylon o di plastica, i diversi tipi di borracce da 1 o 2 litri, la scatola del pronto soccorso, la lampada portatile, la bussola nel suo contenitore, ecc.), fino a costituire l’equipaggiamento di base specifico che ciascun soldato reputa necessario per un’operazione bellica.
 
Sulla parte posteriore può essere collocata una sacca appoggiata ai reni, della dimensione adeguata, per il trasporto dell’equipaggiamento complementare, mentre la maschera antigas è messa in una sacca che si trasporta appesa ad un fianco.
 
Se occorre trasportare del materiale aggiuntivo, esiste uno zaino di grande capacità che può contenere anche questo.
 
L’armamento è costituito dai seguenti pezzi: pistola Beretta M-92 che usa munizioni del calibro 9 mm Parabellum, fucile d’assalto Colt M-16A2, fucile Mossber M-590 “Mariner”, mitragliatrici M-249 Minimi e M-60E3, lanciagranate M-230 da 40 mm accoppiati agli M-16, lanciamissili anticarro AT-4 e B300 SMAW, lanciagranate automatici MK-19 modello 3 da 40 mm, ed un’infinità di armi specifiche di piccoli gruppi o specialità.

Recensisci
Nessun commento
Torna ai contenuti